Partito Unione Cattolica - Siamo il Partito della FEDE per ridare FIDUCIA in un’Italia Nuova - Segretario Partito Ivano Tonoli Partiti Politici Italia

IMPOSSIBILE RICEVERE SOLIDARIETÀ DA QUESTA EUROPA OSTAGGIO

IMPOSSIBILE RICEVERE SOLIDARIETÀ DA QUESTA EUROPA OSTAGGIO DI NORDICI EX NAZISTI ED EVASORI TOTALI LEGALIZZATI: L’ITALIA NE ESCA SUBITO!

IL SEGRETARIO DI UNIONE CATTOLICA, IVANO TONOLI: AGGHIACCIANTE IL FATTO DI ESSERE IL SOLO PAESE CHE DA INIZIO EMERGENZA NON SIA RIUSCITO A FAR AVERE UN SOLO EURO A 30 MILIONI DI CITTADINI CUI COMINCIA A MANCARE IL CIBO.

COMMISSIONE EUROPEA E GOVERNO GIALLOROSSO LITIGANO AL SOLO FINE DI ACCUSARSI A VICENDA SUL MERCATO ARRIVO DI AIUTI MAI ESISTITI NE DECISI.

TUTTI PARLANO DI PIANO MARSHALL: MA AL QUA DELL’ATLANTICO NON ABBIAMO PIÙ DE GASPERI, SCHUMANN E ADENAUER!

TRISTE MA INEVITABILE: DOBBIAMO ESSERE CITTADINI DELL’EUROPA MA NON PIÙ DI QUESTA UNIONE EUROPEA.

Se continua l’andazzo attuale, fra molti mesi, quando le famiglie non potranno più restare a casa per il semplice fatto che l’avranno perduta e le imprese non potranno più riaprire perché saranno rimaste senza mercato, continueremo a sentire parlare di fantomatici piani Marshall fondati su ZERO euro aggiunti.

Chiariamo il piano Marshall: funziono perché al di là dell’Atlantico c’erano gli Stati Uniti d’America e al di qua c’erano De Gasperi, Schumann e Adenauer.

Oggi la gamba europea di un simile piano bis non esiste più, la UE è una zona ostile sia per chi ne fa parte sia per il resto del mondo occidentale, tenuta in ostaggio dai nordici ex nazisti ed evasori totali legalizzati.

Noi di UNIONE CATTOLICA, che abbiamo sempre tifato per una Unione Europea con una moneta unica sorretta Politicamente e gestita da una banca centrale garante dei debiti sovrani dei suoi stati, e con una ITALIA trattata con la dignità che si deve a un paese fondatore, riteniamo sia giunta l’ora dell’addio unilaterale.

NON E BRUXELLES CHE CI DICE DI NO, SIAMO NOI A DIRLO ORA PER SEMPRE.

Con grande dispiacere, dobbiamo prendere atto che questa UE sta cogliendo l’occasione del virus per dare all’ ITALIA il colpo di grazia dopo avere speculato sul debito pubblico come leva per appropriarsi del risparmio degli ITALIANI.

Ai 30 milioni di ITALIANI che in meno di due mesi hanno perso tutto quello che aveva prima, poco o tanto che fosse, dobbiamo chiedere ufficialmente se vogliono restare in questa UE che, con la complicità di CONTE continua a lasciarli senza un soldo sui conti correnti e con il frigorifero vuoto.

VON DER LEYEN e I GIALLOROSSI DICONO OGNI ORA: LIQUIDITÀ SUBITO! più la annunciano, più non arriva, esattamente come le mascherine.

Migliaia di Miliardi di euro e centinaia di milioni di mascherine dati per imminenti che nessuno ha visto! siamo cosi distratti noi? NO E CHE NON SONO MAI ESISTITI!

Il modello Americano del Presidente Trump insegna, indipendenza monetaria, emissione di BTP e CCT 100% ITALIANI al tasso del 1 per cento e rateizzazione del debito estero.

Basta lasciare che il risparmio degli ITALIANI sia tenuto in ostaggio da vincoli europei e statali che impediscono alle nostre banche locali di trasformarlo in leva per investire e crescere!

Se neanche un virus killer, che uccide imprigiona e impoverisce , riesce a smuovere una UE sempre più simile a una URSS, ostaggio di due Paesi ,la Germania guerrafondaia e tardo nazista e l’OLANDA paese di tulipani evasori e trafficanti di armi e droga, che dovrebbero solo nascondersi per la vergogna; se nemmeno un virus killer riesce a cambiare le cose, allora resta una cosa sola: come noi abbiamo fondato la CEE, cosi ora sfondiamo la porta di uscita della UE. PUNTO.

Non abbiamo bisogno di chiedere il permesso di aumentare il debito: abbiamo un risparmio bancario e postale pari al doppio del nostro debito pubblico ufficiale, il quale a sua volta è per circa due terzi risparmio degli ITALIANI.

Abbiamo una manifattura tecnologica di livello pari o superiore a quello del Giappone, il cui alto debito pubblico non spaventa gli investitori internazionali proprio perché denominato in moneta locale YEN e custodito dalla Banca centrale di TOKYO non per pagare interessi a paesi ostili ma per dare soldi e servizi ai Giapponesi.

Germania e Olanda hanno già dichiarato che senza il nostro valore aggiunto di tecnologia, se avessimo un vero PREMIER e non “CONTE BARUM”, sarebbe già bastato questo a farci passare dalla parte di chi detta le condizioni e non le subisce. INVECE NO!

Lo diciamo per l’ultima volta: l’Italia non ha bisogno di un decreto di mille pagine che ci dia due miliardi: ha bisogno di un decreto di due pagine che ci dia mille miliardi! SUBITO ADESSO GIÀ IERI!

Mille miliardi da trasformare in un reddito di reinserimento REINS fra i 1500 e 3000 euro al mese per famiglia sino a fine anno, e in un fondo che senza indebitare le imprese le reintegri di una quota automatica pari alla metà del fatturato del 2019.

La Banca d’Italia torna compratrice di ultima istanza dei titoli eccedenti il risparmio degli Italiani, cosi da assicurare la continuità e l’adeguatezza dei servizi alle persone e alle imprese,

Le nostre tecnologie e conoscenze non le vendiamo più ai tedeschi nazisti ma la usiamo per riportare qui interi distretti produttivi industriali distrutti da Romano Prodi e dalla Sinistra oggi con Conte, e la Banca d’Italia ci aiuta a piazzare il made in ITALY nel mondo sulla via della moneta sovrana.

Viviamo il paradosso di essere il solo Paese al mondo sull’orlo della fame e vicino a una guerra civile alimentare: e solo perché due Paesi in mano si nazisti mentali e rispettivamente alle lobby dei peggiori traffici internazionali criminali, Germania e Olanda, non appena variamo un provvedimento di incentivo o di sollievo per gli ITALIANI, fanno schizzare lo spread a 500 usando banche e agenzie di rating compiacenti.

Non ci vogliono? Nessun problema: ce ne andiamo.

Non possiamo morire di fame per un virus cinese nato nei laboratori segreti e per un Europa nata sui registri contabili che sta trasformando l’Italia nell’obitorio del Continente.

La vecchia CEE aveva radici CRISTIANE CATTOLICHE, questa UE ha venduto l’anima in borsa.

E noi CATTOLICI l’anima vogliamo recuperarla per il nostro amatissimo Paese, e con questa la borsa che ci è stata scippata da chi fa le MERCEDES grazie a noi e da chi coltiva tulipani e anche altro.

E crollato il muro di Berlino, crollerà quello di Bruxelles!

Previous CONFEDES: IL MODO NUOVO DI ESSERE IMPRESA E LAVORO