Partito Unione Cattolica - Siamo il Partito della FEDE per ridare FIDUCIA in un’Italia Nuova - Segretario Partito Ivano Tonoli Partiti Politici Italia

LA CROCIATA DI IVANO: UNO SCUDO CONTRO I SOVRANISMI IN DIFESA DI PAPA FRANCESCO

È dalla fondazione della Dottrina e del Magistero Sociale della Chiesa Cattolica che l’impegno della stessa viene indirizzato alla necessità di offrire alla Politica gli strumenti necessari a garantire la tutela della Persona e della Famiglia favorendo il progresso economico nella coesione sociale, i diritti individuali naturali coordinati con i doveri collettivi, l’ordine sociale come inseparabile da un concetto di legalità e giustizia distributiva.

I “Papi sociali” – da Leone XIII a Papa Francesco passando per Sua Santità Giovanni Paolo II – hanno suggerito nelle proprie solenni Encicliche le coordinate di intervento attraverso le quali realizzare nel tessuto civico, economico e politico il messaggio cristiano e pastorale.

Nello stesso tempo, hanno sempre messo in guardia, di epoca in epoca, dai cosiddetti “FALSI RIMEDI”.

Vale a dire la promessa di risoluzioni semplificate e abbreviate di grandi questioni, di problemi di portata epocale, annunciando provvedimenti passibili di costituire quelle che gli stessi Papi definivano le “sirene” per attirare il favore o il consenso di più o meno ampi strati sociali afflitti da sentimenti di esasperazione verso quelle che erano e sono ritenute delle condizioni ingiustamente patite.

“questione operaia” alla fine dell’Ottocento, mettendo in guardia da quello che dai primi del Novecento sarebbe diventato il regime comunista o socialista reale, nemico delle libertà personali e dei diritti sociali che prometteva di affermare; il suo successore Papa Wojtyla, alla stessa maniera, indicava come illusoria – all’indomani della caduta del Muro di Berlino – la soluzione capitalistica pura come mezzo di risoluzione di tutti i problemi sociali lasciati in eredità dal collasso comunista; oggi, tocca a Sua Santità Papa Francesco mettere in guardia dalle bandiere illusorie del sovranismo, agitate come unica opposizione all’altrettanto sbagliatissima tendenza a riconoscere come dati ineluttabili la tecnocrazia della finanza, capace di azzerare in poco tempo il PIL di una Nazione, e la condizione di povertà di intere parti del Mondo.

Quindi, oggi – utilizzando e facendo nostro il messaggio delle Encicliche del Magistero sociale – il SOVRANISMO E’ IL FALSO RIMEDIO che viene proposto, dai movimenti cosiddetti “populisti” – così (auto)definiti perché parlano in nome del Popolo – contro il clima di paura e insicurezza connaturato all’epoca moderna.

Rimedio additato con ricette che, all’atto pratico, stanno dimostrando non soltanto limiti operativi evidenti, ma altresì preoccupantissimi effetti controproducenti, mentre i problemi che vengono denunciati restano tutti a prescindere dal fatto che tali movimenti governino in Europa o siano all’opposizione.

Anche perché non va dimenticato che Sovranismo e Populismo, alla base della cosiddetta “terza Repubblica”, sono gli eredi diretti di quel Giustizialismo sul quale venne costruita la “seconda Repubblica” e sotto il quale venne sotterrata la “prima”, con gli esiti a cui tutti quanti abbiamo assistito, e per questo motivo il nostro impegno si rende ancora di più incisivo per evitare di lasciare alla “quarta Repubblica” un’eredità ancora più devastante e pesante in ragione anche del peggiorato scenario europeo e internazionale.

IVANO TONOLI – Segretario Politico nazionale di Unione Cattolica

Previous Discorso di Ivano Tonoli all’apertura sede regionale Campania Maggio 2019

Leave Your Comment