Partito Unione Cattolica - Siamo il Partito della FEDE per ridare FIDUCIA in un’Italia Nuova - Segretario Partito Ivano Tonoli Partiti Politici Italia

MA CHE SCHIFO QUESTA CRISI DI GOVERNO

TONOLI IVANO SEGRETARIO PARTITO UNIONE CATTOLICA:” MA CHE SCHIFO QUESTA CRISI DI GOVERNO E LE POSSIBILI SOLUZIONI TUTTE ANIMATE DALLA PROTEZIONE DELLO STIPENDIO DI CIASCUNO SENATORE E DEPUTATO”.
Tonoli Ivano presente con il vice segretario ingegner Vincenzo Palmieri a San Nicandro Garganico per la presentazione del libro:”Cattolici uniti: il nostro progetto per benedire un’Italia nuova” ha dichiarato ai numerosi giornalisti presenti:
” è una classe dirigente politica che deve completamente sparire dallo scenario  Nazionale,  penoso, avvilente e vergognoso il tentativo in atto ormai da alcuni giorni che determinerà, per certo, un governo Istituzionale non per il bene degli Italiani non per il bene comune, obiettivo prioritario per i Cattolici,  ma per il bene la sopravvivenza e il mantenimento dello stipendio da 16.000 euro al mese di ogni deputato senatore della nostra Repubblica“.
Si domanda Tonoli:”la democrazia é in grave pericolo, le elezioni hanno perso il loro intendimento reale  e originario, ovvero quello di scegliere da parte dei cittadini Italiani i loro rappresentanti, la coalizione che corrisponde al proprio sentire programmatico e politico e il loro premier in grado di tradurre  il programma in azione politica. Ora si é capito dalle ultime elezioni del 4 marzo che si scelgono dei disgraziati per lo più incapaci che liberamente si modificano geneticamente  e si trasferiscono da un partito ad un altro, creando accordi politici senza rispettare il voto degli Italiani. L’unico obiettivo dei leader politici attuali é quello di direzionare  le scelte politiche per mantenere la fine naturale della legislatura con il solo scopo di assicurarsi  lo stipendio dei loro uomini, e ciascun parlamentare, se dovesse servire, anche autonomamente senza rispettare i loro capi politici, pur di mantenere i benefici derivanti dai loro ruoli, sono pronti al trasformismo e ad accettare patti anche con coloro che fino al giorno prima odiavano  alla morte essendo avversari politici con idee completamente antitetiche alle loro e quindi disprezzati come il male assoluto.
E Tonoli finisce la sua grave invettiva: “cari deputati e senatori parassiti ed esseri inutili orientati a dare sostegno solamente  alle Vostre famiglie e molti di Voi, nostri presunti rappresentanti, approfittando di leggi astruse ed inconcepibili avete ottenuto dopo la vostra elezione mutui agevolati e prestiti bancari che nel caso di nuove elezioni porterebbero al fallimento delle Vostre famiglie in quanto non più in grado di pagare e onorare le rate, oltre a mantenere un livello di vita molto alto, rimanete pure a rovinare l’Italia fino al 2022 come da vostra intenzione con una coalizione m5stelle lega, in fase di pentimento della loro scelta di staccare la spina al governo in quanto perderebbero tutti i privilegi e proseguirebbero a danneggiare l’economia Italiana, oppure il  m5stelle PD commistione tragicomica che determinerebbe un altra paralisi agli interventi necessari per ridare benessere a tutti gli Italiani, ALMENO fate in modo di non fare più danni e rassicurate i mercati e gli investitori per non distruggere aziende e risparmi degli italiani con l’aumento dello spread e con politiche in contrasto con l’Europa e fate provvedimenti per una  normale e pacifica convivenza tra tutti e difendete davvero imprese lavoratori pensionati ed indigenti:  ma prima di tutto, Voi paladini presunti e fedeli dei Vostri interessi, fate una legge elettorale con 4 punti chiari: stipendio dei parlamentari di 4000 euro, più rimborsi per le spese vive di permanenza a Roma,elezione diretta del presidente del consiglio, impossibilità di cambiare partito coalizione o programma sottoscritto pena la  immediata destituzione da deputato o da senatore.
Altrimenti alle prossime elezioni  il voto non avrà nessuna LOGICA di essere e nessuno peso specifico in quanto sarà semplicemente una preferenza inutile: la sovranità appartiene al popolo…. dichiara la Costituzione, a questo punto sembra una barzelletta o di essere su “scherzi a parte. Invece un Paese che era ricco e produttivo con questa classe dirigente indegna immischiata  nelle tangenti nella criminalità nel malaffare nell’interesse speculativo personale ci si avvia drammaticamente al fallimento in quanto gli interessi del debito pubblico ad un certo punto non saranno più sostenibili.
E Tonoli termina questo vero e proprio sfogo:” SERVE un partito Cattolico responsabile in grado di intercettare il 50% dei voti espressione della dottrina sociale della Chiesa che persegue il bene comune che possa mandare a casa la totalità della casta politica che é una lobby affaristica: il partito esiste già é Unione Cattolica é in Progressiva crescita amato e incoraggiato dal mondo ecclesiastico dei lavoratori dai pensionati e dalle imprese: per me e per i dirigenti del nostro partito pur di far tornare l’Italia sulla via maestra della prosperità e del benessere, sono e siamo disposti a rischiare la vita e vi assicuro che nessuno ci fermerà o ci condizionerà nel combattere la mafia e il marcio che ha infestato l’Italia: il Dio denaro che ad oggi ha annebbiato la vista nella lettura del Vangelo si dovrà tramutare nel rispetto totale ed incondizionato della dottrina sociale della chiesa per la felicità e la gioia di tutti gli Italiani onesti e rispettosi del prossimo.
Previous ORA IL GOVERNO SE NE DEVE ANDARE A CASA, STA DISTRUGGENDO L’ITALIA.