Partito Unione Cattolica - Siamo il Partito della FEDE per ridare FIDUCIA in un’Italia Nuova - Segretario Partito Ivano Tonoli Partiti Politici Italia

PARTITO UNIONE CATTOLICA DICHIARA LA VICINANZA TOTALE, PIÙ CHE MAI AL POPOLO ALBANESE

TONOLI IVANO SEGRETARIO POLITICO DEL PARTITO UNIONE CATTOLICA DICHIARA LA VICINANZA TOTALE, PIÙ CHE MAI AL POPOLO ALBANESE, IN QUESTO DRAMMATICO MOMENTO DI GESTIONE DELLE CONSEGUENZE UMANITARIE E MATERIALI DEL TERREMOTO CHE HA FUNESTATO UN PAESE STORICAMENTE FRATELLO DELL’ITALIA.

FACCIAMO NOSTRI GLI APPELLI DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ILIR META E AUSPICHIAMO CHE SI CREINO LE CONDIZIONI DI UNA FORTE SOLIDARIETÀ NAZIONALE, POLITICA E UMANA COME GIÀ AVVIENE SUL MODELLO RELIGIOSO, DA SEMPRE INVOCATA DA PAPA FRANCESCO, DA MONSIGNOR FRENDO E DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ALBANESE

ANCHE IL GOVERNO ITALIANO FACCIA LA PROPRIA PARTE PROMUOVENDO LA PIÙ AMPIA COOPERAZIONE BI NAZIONALE IN TUTTI I CAMPI ECONOMICI E SOLIDALI PER UN PIENO E TEMPESTIVO RIPRISTINO DELLE CONDIZIONI INFRASTRUTTURALI, MATERIALI E SOCIALI ESSENZIALI A PREVENIRE ULTERIORI CONSEGUENZE E A RICONDURRE LA VITA ALLA NORMALITÀ

Unione Cattolica è vicina più che mai all’Albania e al Popolo Albanese in questo drammatico momento di gestione delle conseguenze umanitarie e materiali del terremoto che ha funestato, nella giornata di sabato, un Paese storicamente amico e fratello dell’Italia.

Unione Cattolica e Confedes – la Confederazione delle realtà datoriali e lavorative delle piccole e medie imprese – confermano il proprio attaccamento ai destini di un Popolo che ha dovuto far fronte a sfide epocali di molto sofferta riconquista delle proprie libertà civili, politiche, economiche e religiose e che, nella circostanza calamitosa che ora lo ha colpito, deve incontrare il massimo della solidarietà a livello di relazioni italo-albanesi e di Unione Europea.

Ci riconosciamo appieno nelle dichiarazioni del Presidente della Repubblica Ilir Meta e facciamo nuovamente nostri gli appelli già a loro tempo espressi da Monsignor Frendo e dalla Conferenza episcopale albanese affinché si creino le condizioni di una strategica solidarietà nazionale sull’esempio religioso, per superare ogni divisione in ambito politico e sociale.

Unione Cattolica invita il Governo e il Parlamento italiano a tradurre in fatti concreti i messaggi di vicinanza morale che in queste ore stanno moltiplicandosi, affinché il presidente del Consiglio e il ministro degli esteri del nostro Paese si mobilitino per promuovere e rendere effettiva la più ampia cooperazione bi nazionale in tutti i campi economici e sociali e concorrere in tal modo alla ricostruzione delle condizioni materiali, sanitarie e sociali essenziali alla normale ripresa della vita dei Cittadini e delle famiglie Albanesi.

L’Albania è unita all’Italia da migrazioni secolari e più recenti, che hanno portato a una perfetta integrazione umana e lavorativa degli Albanesi in Italia e degli Italiani in Albania, e Unione Cattolica dedica il proprio impegno allo sviluppo di durature relazioni fra i nostri due Paesi, i cui legami formano un grande valore aggiunto nelle relazioni con il resto della comunità europea, occidentale e internazionale.

Mai come in questo difficile frangente la Fede cristiana cattolica potrà facilitare il ritorno alla Fiducia.

Previous PLAUDIAMO ALLA DICHIARAZIONE DI FORZA ITALIA E DEL PRESIDENTE BERLUSCONI