Partito Unione Cattolica - Siamo il Partito della FEDE per ridare FIDUCIA in un’Italia Nuova - Segretario Partito Ivano Tonoli Partiti Politici Italia

UNIONE CATTOLICA E CONFEDES CON PATUELLI (ABI):

UNIONE CATTOLICA E CONFEDES CON PATUELLI (ABI):

CONTE ISTITUISCA SUBITO LA GARANZIA AL 100% PER DARE LIQUIDITÀ IMMEDIATA E AUTOMATICA A PERSONE E AZIENDE.

Il Segretario IVANO TONOLI:

L’asse franco- tedesco impedirà qualunque riforma a favore dell’ITALIA, tanto vale fare da soli con CORAGGIO E ABBINANDO alla MORATORIA BANCARIA ANCHE QUELLA FISCALE ED ESATTORIALE.

Mentre Berlino detta legge, e Macron TRADISCE di nuovo l’ITALIA riallineandosi con la Merkel, quest’ultima in modo indisturbato utilizza tutti gli aiuti della BCE.

Unione Cattolica e Confedes appoggiano in pieno la linea del Presidente dell’Associazione Bancaria Italiana- ABI, Antonio Patuelli. Il quale, dopo avere preso atto della impossibilità di riformare questa Europa ostile alla solidarietà con l’Italia invito il governo Conte ad agire in proprio e a istituire subito la garanzia al 100% per dare liquidità IMMEDIATA e AUTOMATICA a persone e aziende vittime economiche del virus cinese.

Noi di UNIONE CATTOLICA riteniamo che mai come in questo periodo si sia evidenziata la disunione Europea fra l’asse PIGLIATUTTO FRANCO_TEDESCO ,del resto era chiaro a tutti, tranne che a Conte e all’inutile DI MAIO, che l’avvicinamento di Macron alla regioni e alle sofferenze del POPOLO ITALIANO era soltanto un atto di tatticismo per negoziare in parallelo e sottobanco una rinnovata alleanza con la cancelliera Merkel per sdoganare il famigerato MES e introdurre un ulteriore meccanismo  capestro per il finanziamento della disoccupazione al quale Roma potrà attingere solo indebitandosi.

Nuovi debiti come condizione per sostenere i redditi di chi non ha più un lavoro per vivere e sopravvivere! Questo ci sta dicendo l’Europa di Parigi e di Berlino!

Il Presidente dell’ABI ha quindi perfettamente ragione: il solo modo per salvare le imprese e le Famiglie da una ineluttabile eutanasia economica a cui il governo giallorosso le sta costringendo, è, quello di garantire INTEGRALMENTE i finanziamenti delle banche per rimuovere ogni condizionalità  e lavorativi azzerati dal blocco del mercato interno e dal crollo delle esportazioni. Parallelamente, e siamo grati a  Patuelli per averlo ribadito, occorre agir in fretta affinché gli ostacoli al reperimento di nuova liquidità siano rimossi e non diano ai capitali mafiosi la possibilità di acquisire imprese sane ma oggi sofferenti per causa di forza maggiore .

Una volta che Conte e Gualtieri si saranno degnati di dare concreto ascolto a chi ne sa più di loro in fatto di conoscenza diretta del Paese e dell’economia reale, ci sarà anche da ragionare come NOI DI UNIONE CATTOLICA mai ci stancheremo di dire , sulle responsabilità di questa Europa Franco-Tedesca che, approfittando della subalternità e dell’inutile e controproducente populismo di Conte , buono SOLO per placare gli animi sempre più esasperati della stessa base grillina ,sta utilizzando a USO E CONSUMO di Berlino e di Parigi anche quelli aiuti ,come il quantitative easing della banca centrale europea in origine stanziati per l’Italia.

L’OTTUSITA del nostro NON ELETTO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO che non ha voluto recepire i consigli di due autorevolissimi economisti come MARIO DRAGHI E CARLO COTTARELLI che lo esortavano a emettere BTP per alcune centinaia di miliardi da collocare presso la BCE come compratrice di ultima istanza, ha fatto perdere agli ITALIANI anche quest’ultimo treno. Il prossimo rischia o di passarci accanto o di travolgerci direttamente perché non avremo più alcun biglietto da viaggi valido.

Previous I POLITICI NON PENSINO A SCUDI PENALI